Da quando ho iniziato a fare yoga con i bimbi mi viene da pensare che forse proprio lì ho trovato il vero senso del fare yoga ma anche del fare filosofia intesa come pratica creativa e generatrice di nuovi possibili.

Nel fare yoga con i bambini le parole, i concetti (come albero, luna, pesce, ponte..) prendono corpo, assumono una forma che non è più così astratta e vuota ma diventa una possibilità così del corpo come della mente.

Quando i bambini assumono una posizione dello yoga si trasformano in una sedia o in un’aquila, vivono una metamorfosi che attiva al tempo stesso le loro capacità creative, forse proprio per il coinvolgimento della dimensione fisica e del movimento.

È venuto perciò naturale e spontaneo pensare di andare oltre le semplici posizioni yoga e metterle invece in relazione fra loro, farle danzare all’interno dell'intreccio di una narrazione che si producesse a partire da loro e dalla loro interrelazione. Tali storie non recano solo idee ma un di più dato dal coinvolgimento fisico corporeo che mette alla prova la loro resistenza, i loro limiti e possibilità. 

Giocare significa provare a creare qualcosa insieme, grazie all'immaginazione, al rispetto di regole precise e al riconoscimento di limiti e ruoli. Praticare la filosofia è un’opera esattamente di questo tipo, che mira alla creazioni di nuovi concetti, modi di pensare, prospettive, possibilità e si basa sul dialogare insieme, cosa che è possibile solo riconoscendo le differenze che sono sempre in movimento, sempre reversibili, sempre da rimettersi nuovamente in gioco.

Cosa può aggiungere la filosofia (intesa come pratica) allo yoga con i bambini?

La filosofia rappresenta una cornice che dà la possibilità di conferire significato al quadro che si viene componendo durante il gioco, un significato che assume però senso solo attraverso la produzione di esso, che è ciò che si fa insieme attraverso le storie, il gioco e la partecipazione attiva e creativa di tutti i partecipanti

WhatsApp%20Image%202021-04-24%20at%2020.

Cosa prevede lo yoga bimbi in questa associazione con la pratica filosofica?

Ogni incontro ha come obiettivo quello attivare diverse abilità attraverso alcuni giochi che richiedono ai bambini di partecipare attivamente alla lezione.

Di seguito riporto alcuni esempi relativi ad un percorso di cinque incontri svolto con un gruppo di bambini della Lombardia

 

Creazione di metafore: a partire dalle posizioni dello yoga e dai loro rispettivi nomi i bambini devono provare a creare delle metafore(ad esempio dalla posizione del cane si può trarre la metafora “fedele come un cane”). In un secondo momento ciascun bambino proverà a raccontare ua sua giornata utilizzando le metafore per esprimere le emozioni o sensazioni provate provate (ad esempio: la mattina mi sentivo pigro come una tartaruga), mentre gli altri eseguiranno le posizioni nominate.

Gioco delle prospettive: partendo da una storia narrata da me e praticata attraverso le posizioni yoga, viene chiesto ai bambini di provare a raccontarla ma da un altro punto di vista, scegliendo  uno dei personaggi del racconto e rendendolo narratore, per vedere come da una storia ne possono nascere diverse

Gioco della libera associazione: da una parola ne nasce un'altra (ad esempio dalla parola/posizione cane nasce in un bambino l'associazione con la parola/posizione gatto); da questo, i bambini creano con le loro rispettive associazioni delle piccole storie da far vivere/praticare anche agli altri.

La catena di parole porta invece i bambini a dover trovare e rappresentare delle parole con il corpo a partire dall’ultima sillaba della parola precedente (ad esempio cane  neve vento) per poi dalle parole trovate produrre insieme una storia che ruoti attorno ad una tematica (amicizia, lealtà)

Il gioco delle metamorfosi porta i bambini a creare delle piccole storie che parlino di cambiamenti di forma tra animali, umani e vegetali. Questo gioco ha come obiettivo quello di insegnarci ad approvare ed accettare il cambiamento, a stare nella continua meraviglia di fronte all'infinita trasformazione delle cose.